Pagine: 45
Formati: PDF
Prezzo: Gratuito


Eppure la mia bocca non riesce a fare a meno di chiamarti. Preziosa favola, davvero non esisti?

Un giorno decisi di scrivere una preghiera in forma di poesia.
Da tempo mi richiamava il fascino di quelle invocazioni antiche, eppure mi sentivo in imbarazzo nell’avvicinarle. Invidiavo chi sapeva pregare, ed ero convinto di non esserne in grado di abbandonarmi a quell’incontro con lo spirito. Mi sentivo come un uomo troppo vecchio, che osserva la spontaneità dei giovani innamorati.
La preghiera. Retaggio rinnegato, fossile che si conserva solo in poche cerchie ristrette. Chi prega, al giorno d’oggi, viene il più delle volte bollato come un ingenuo credulone, forse persino un po’ pazzo. Com’è che la preghiera è diventata così “fuori moda”, tanto obsoleta da essere quasi scandalosa? Eppure nei secoli passati questa dedizione, ora socialmente rimossa e dimenticata, era una colonna portante della vita quotidiana dei nostri antenati.

Parole e bellezza. Pensai che l’unico modo per riconciliarsi con le parole della preghiera fosse la poesia.

Fu così che mi decisi. Scrissi di getto una poesia dedicata a San Martino, e poi un’altra ancora, per la Madonna della Misericordia. Cercavo una preghiera umana, non un trattato di teologia. Non volevo rime o termini altisonanti e desueti. Desideravo una musicalità del testo, un ritmo capace di far brillare anche le parole più semplici. Iniziai nell’ottobre del 2018, e in due mesi scrissi 24 preghiere. Solo dopo aver terminato mi sono reso conto che le ultime poesie, rispetto alle prime, avevano una tensione molto più elevata, con una portata cosmica e non più solamente personale. In un certo senso, le singole preghiere sono le pietre miliari di un faticoso percorso, che dalla certezza della disperazione individuale porta al sogno della salvezza collettiva.

Poi le ho lasciate riposare, perchè ogni testo va affinato nel tempo. E’ passato un anno, e dopo un’ultima pulitura ho deciso di pubblicarle gratuitamente, anche perchè non avrei proprio il cuore di venderle, di trasformarle in un prodotto con un prezzo.
Forse in futuro ne realizzerò una tiratura limitata, poche copie da regalare a chi è interessato; in caso fatemi sapere con un’email se ne vorreste una.

Buona lettura, dunque. Se il testo vi piace, parlatene ai vostri amici, e sentitevi liberi di distribuire il pdf con ogni mezzo desideriate.

Scarica il PDF